Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Interviste: Anna Carol

  • Scritto da Gli Osservatori Esterni
anna carol
anna carol - anna carol
Intervista botta e risposta con Anna Carol, giovane talento dell’indie-soul tricolore con un background jazz e un’importante esperienza all’estero (attualmente vive e opera a Bolzano, sua città Natale).

Il suo primo EP in italiano si intitola "Evoluzione" ed è uscito il 10 aprile per la label indipendente Nufabric Records (Mudimbi, Suvari, Lara, Nòe, Serena Abrami). 6 brani dal respiro internazionale in bilico tra nu-soul, pop, cantautorato ed elettronica, prodotti dall’accoppiata Emanuele Triglia / Alessandro Donadei.

Buona lettura e felice approfondimento.

1. Ciao Anna, descrivici il tuo primo ep “Evoluzione” con tre aggettivi
Intenso, intimo, internazionale.

2. Il tuo colore preferito
Il blu.

3. Il tuo piatto preferito
Orecchiette con cime di rapa e stracciatella.

4. Se la tua vita fosse un film, chi sarebbe il regista?
Wes Anderson.

5. Il giro di accordi che ti ha cambiato la vita
ii-V-I e tutto il mondo che apre.

6. 3 dischi pop che porteresti con te su un’isola deserta

Masterpiece – Big Thief
Circles – Mac Miller
The Dreaming Room – Laura Mvula
Medina – Pino Daniele

…ops sono 4?

7. Cantautrice italiana preferita e perché
La Rappresentante di Lista per l’energia travolgente che hanno i testi, la voce e il suo corpo sul palco.  

8. Un artista internazionale con il quale ti piacerebbe condividere il palco
Lianne La Havas

9. Un libro da abbinare all’ascolto del tuo primo ep
“Seta” di Alessandro Baricco

10. Ultimo concerto visto
È difficile quasi quanto rispondere alla domanda “cos’hai mangiato a pranzo”, io proprio non me lo ricordo. L’ultimo concerto che mi ha sbalordito è stato quello di La Rappresentante di Lista.