Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

La Schiuma dei Giorni (B. Vian)

  • Scritto da Peppe

"La Schiuma dei Giorni", scritto dal genio ventisettenne di Boris Vian, è molto più di una storia d’amore. Ambientato a Parigi, è la storia di Colin, ragazzo ricco e annoiato che, innamoratosi di Chloé, decide di sposarla.


Al ritorno dal viaggio di nozze, la giovane sposa viene colta da un male terribile ai polmoni. L’autore è geniale nel descrivere le analogie tra gli stati d’animo dei protagonisti e l’ambiente circostante. Ad esempio la casa dove vivono descritta inizialmente di grandi dimensioni, diventa più piccola man mano che Chloé si aggrava. Ma come dicevo, il romanzo non è solo una storia d’amore, ma anche una forte critica al conformismo, quasi un manifesto sulla ribellione, in cui le doti di Vian si possono notare nelle invenzioni, nei giochi di parole, nei neologismi, nelle distorsioni linguistiche, prendendosi gioco di tutto ciò che è borghese, infischiandosene delle regole.

Un romanzo che cattura, affascina, che fa ridere e piangere, che trascina in un’atmosfera surreale e psichedelica. Un gran plauso va al traduttore, Gianni Turchetta, perché tradurre determinate invenzioni o distorsioni linguistiche, dal francese all’italiano, sarà stato sicuramente un compito arduo che denota una potente inventiva e una forza creativa non indifferente, pur rimanendo nell’ottica semantica dell’originale.

Voto: 10

Info Libro:

Edito da Marcos y Marcos, 2005

268 pagine