Menu

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Loading

Giulio Cantore - Pane

  • Scritto da Gli Osservatori Esterni
giulio cantore pane
c'è festa, fatti invitare da una musica nuova
che il tempo passa anche sotto la crosta

A poco più di un mese di distanza da “La Mia Via”, torna ad affacciarsi sulle scene Giulio Cantore, con un nuovo particolarissimo singolo intitolato “Pane”.

Il brano, pubblicato il 9 giugno su tutti gli store digitali grazie al supporto di Believe e Bajun Records, parla di pane in senso metaforico e lo fa con la genuinità e la semplicità che da sempre contraddistinguono lo stile del cantautore romagnolo.

A raccontarci la genesi del brano è lo stesso Giulio Cantore:

L'idea del brano nasce tanti anni fa da un dialogo col mio amico Ivan, di professione panettiere.
Gli parlavo delle difficoltà del fare il musicista lamentando una vita e un futuro estremamente precario.
Lui mi disse: “Non devi preoccuparti, perché di pane e di musica ce ne sarà sempre bisogno”.
Mai avevo pensato ad una cosa simile, e dopo tanti anni mi rendo conto che questa frase mi ha accompagnato e incoraggiato, traghettandomi fin dove sono ora..sempre precario, ma con questa frase di buon auspicio in tasca..
Il brano parla di pane in senso metaforico.
Il pane è fatto di tre ingrendienti: acqua, farina e sale, eppure ogni volta è diverso, miriadi di forme e sapori differenti.
Anche la vita è fatta di funzioni elementari, come mangiare, bere, respirare, eppure possiamo “impastarla” in tanti modi.
Il brano è un invito a gustarla questa vita, perché il tempo passa anche sotto la crosta..o la pelle, che dir si voglia..

“Pane” è accompagnato da un videoclip rigorosamente fatto in casa, nato da un’idea molto carina. A parlarcene è sempre Giulio Cantore:

Anche io e mia moglie Sara siamo appassionati di pane e preparati con la pasta madre.
Ho deciso così di contattare su Instagram i profili che trattavano l'argomento, panificatori per lavoro o per passione, domandando di inviare una foto di un pane che rappresentasse la loro forma d' arte per crearne un videoclip.
La riposta al progetto è stata entusiasmante e nel giro di qualche giorno mi sono ritrovato la mail piena di foto di pani da tutti i continenti.
Mi sono accorto di quanto il pane fatto in casa sia per molti quasi una forma di attivismo politico, che ha come comune denominatore la sostenibiltà e il prendersi cura del quotidiano.

Così come per i precedenti singoli, anche l’artwork di “Pane” è tratto da un disegno di Marcello di Camillo, coinquilino di casa e laboratorio di Giulio Cantore.

Una canzone da ascoltare e da respirare!

Guarda il videoclip di "Pane"


Ascolta "Pane" su Spotify



CREDITS
Giulio Cantore: voce, chitarra acustica, classica, hawaiiana
Pietro Agosti: contrabbasso
Artwork: Marcello di Camillo
Etichetta: Bajun records
Distribuzione: Believe digital
Ufficio stampa: Doppio Clic Promotions


LINK UTILI
https://www.facebook.com/GiulioCantoreMusic
https://www.instagram.com/giuliocantore/